Basta con sta guerra intestina, una volta per tutte.

La domenica in genere gli appassionati di SDC la passano a commentare i risultati dei vari eventi,  partendo da quelli nostrani per arrivare all’estero, fino a UFC.  Ieri invece è deflagrato il Sherdog-gate e non si può far finta di nulla ed esimersi dallo scrivere qualcosa in merito.

La prendo alla lontana: quando stavo in MMA Arena avevo guardato se fosse possibile replicare un database come quello che aveva creato MMA Mania, che contenesse quindi i record degli atleti in modo che fosse di utilità e facile consultazione per tutto l’ambiente.  Ci studiai qualche giorno ma poi mi resi conto che si trattava di un lavoro immane e che parecchia documentazione era smarrita: non si trovavano video di tanti match, soprattutto quelli più datati, in alcuni casi addirittura mancava un materiale cartaceo ufficiale.

Spulciando a caso su youtube mi resi poi conto che c’era qualche magagna: alcuni match che erano segnati come pro erano combattuti con caschetti e paratibie,  altri erano 3×3.  Chiesi a qualche atleta ma loro stessi facevano fatica a ricordarsi esattamente le modalità di alcuni match che avevano combattuto a inizio carriera.  Spesso capitava il problema opposto:  atleti che mi stra giuravano di aver combattuto parecchi match ma che i promoter non avevano segnato lasciandoli cadere nel dimenticatoio.  Risultato: gente che magari aveva una quindicina e oltre di match alle spalle se ne vedeva attribuiti la metà.

Un bel ginepraio, ma decisi di non  scrivere nulla e lasciar cadere la cosa perchè era inutile alzare un polverone senza prove certe, il fatto che non trovi una cosa non vuol dire che non esiste.  Oltretutto accendere una miccia simile non avrebbe fatto il bene del movimento, almeno questa è la scusa che detti a me stesso,  forse non ebbi semplicemente le palle, chissà.

Quello che è certo è che Sherdog è la fonte più attendibile in circolazione ma NON è la Sacra Bibbia. Per favore, lo sappiamo tutti, non facciamo finta di cadere dal pero argomentando come ragazzini scandalizzati sostenendo la purezza di tutti i dati,  soprattutto a livello planetario, discutiamo con onestà intellettuale.

Detto questo,  doveva essere Alex Dandi a tirar fuori il problema scrivendo in merito alla questione a Sherdog?  Immagino che sarà lui in seguito a spiegare le sue motivazioni ma la mia opinione è che NON doveva, soprattutto visto il suo ruolo che è molto addentro alle MMA italiche.  Ma ormai conosco Alex,  non crederò mai che abbia voluto scientemente attaccare atleti e team solo per il gusto di fare una “infamata”.

Credo invece che la “guerra” con Tudor lo abbia portato a una mossa avventata e che per poter rendere più documentata possibile la lettera di protesta a Sherdog, non abbia pensato alle conseguenze secondarie del suo gesto. Insomma, si è concentrato troppo sul nemico, ma non ha pesato sufficientemente il fatto che sarebbero stati coinvolti altri soggetti.

Per me ha sbagliato ma non esageriamo con il biasimo,  quando si è incazzati si tende a fare errori,  ognuno si guardi dentro e veda se non ne ha mai fatto uno.  La mia lista personale ad esempio è molto lunga e mi scorre davanti ogni volta che mi guardo allo specchio.

Per quanto riguarda Tudor: a me 4Once è piaciuto fin da quando è nato,  anche quando stavo su Arena andavo a leggere regolarmente,  anzi spesso lo usavo per news concernenti ai weigh in dei vari eventi, oppure a risultati. Come servizio giornalistico puro sono più avanti degli altri,  o comunque forniscono un servizio diverso.

Ma anche qui la voglia di rendere il colpo lo ha fatto esagerare: capisco la voglia di rivalsa verso una persona che ha messo in dubbio il tuo operato col tuo diretto superiore,  ma la cosa era circoscritta: Dandi, Tudor, Sherdog,  e per me li doveva rimanere. Rendere pubblica la cosa, oltretutto il giorno dopo l’annuncio di Amedovsky vs Jotko , cioè dopo il momento di massima soddisfazione per Dandi che vede ufficializzato il primo match in UFC di uno dei suoi atleti,  puzza troppo di vendetta mirata.

Sono passati un po troppi giorni (io ero al corrente della faccenda da Petrosyanmania, oltre un mese fa),  il che mi fa pensare al vecchio detto: “la vendetta va servita fredda” e che anche altri potessero essere al corrente, eppure sono tutti a bocca aperta da ieri sera.  Non entro nel merito delle scelte di Tudor ma mi chiedo che bene possa fare questa polemica all’ambiente, sopratutto ora che le principali entità stavano raggiungendo un equilibrio e iniziavano a collaborare in maniera costante. Perchè scatenare un incendio proprio ora?

Ora entrambi i protagonisti hanno fatto intendere di voler adire a vie legali,  immagino che Tudor parlerà di diffamazione sul suo operato verso i suoi responsabili, mentre Alex della pubblicazione di mail private. Non conosco la legge in merito, se la vedranno loro.

Sarò ingenuo ma spero che la cosa finisca qui invece.  Alex ha fatto molto e molto ha da fare ancora per le MMA italiche,  Tudor ha la sua carriera che va avanti.  Prendano strade diverse e chiudano sta faida una volta per tutte.

Ma è così difficile ignorarsi?

Dp

 

 

 

 

 

 

The post Basta con sta guerra intestina, una volta per tutte. appeared first on Fighting Zone Italia.


Source: Fightzone

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *