Greg Shestakov, un fighter fuori dagli schemi

Slam FC, “House of pain “si avvicina visto che si disputerà a Firenze il 23 giugno. Tra i tanti atleti che saranno protagonisti spicca l’atleta russo Greg Shestakov che gli appassionati avranno già avuto modo di vedere all’opera nelle edizioni precedenti.  Greg è uno degli atleti di punta del Team Dog Eat Dog e ha recentemente vinto un match in Rep Ceca restando imbattuto( 7-0) Lo abbiamo contattato per conoscerlo meglio e abbiamo scoperto un personaggio anticonformista, assolutamente fuori dagli schemi.

Ciao Greg, grazie di essere qui

Ciao, grazie a voi

Russo trasferito in Italia, la prima domanda è d’obbligo: cosa ti ha portato qui?

Non mi è mai piaciuto stare in Russia: non c’è libertà personale, dove vivevo io non c’è il mare e neppure un buon clima. Venire qui è stata una rinascita.

Quindi sei venuto a Firenze, un bel cambio direi…

Si, vivo a Firenze: mi piace la sua storia, amo esplorare e visitare i negozi di oggetti antichi. Mi appassiona anche leggere e, al momento giusto, immergermi nelle profondità del mare.

Se non avessi fatto il fighter che strada avrebbe preso la tua vita?

Combattere è sempre stato nel mio destino: mio nonno si prese una pallottola al fronte bielorusso, mio padre una coltellata al petto in una rissa da strada. Mai pensato a qualcosa di diverso.

Come ti sei avvicinato al mondo delle arti marziali?

Ho avuto una madre molto protettiva, mi travolse con le sue cure cercando di tenermi lontano dai problemi e dai pericoli che la vita ti mette nel cammino. Fortunatamente un giorno mio padre mi ha “liberato”, facendomi scoprire la mia vocazione e il mio destino, che era li ad attendermi.

Ti sei accasato al Team Dog Eat Dog, come ti trovi?

Si, il Team formato da Marco Santi. E’ come a casa, ho tutto ciò che un atleta può desiderare: buoni compagni, sparring e formatori fantastici come Antonio La Bruna e Marcelo Segundo.

Hai appena vinto un match in Rep Ceca,  come è andata?

Cosa può succedere quando un combattente di muay thai va nella gabbia contro un wrestler?  Bum! Spazzato via.

Se potessi scegliere in tutto il mondo un fighter da affrontare, chi vorresti?

Vorrei chiunque non abbia nulla da perdere:))).  Il sogno non è tanto quello di combattere, ma di potermi allenare un giorno con atleti del calibro di Ben Askren, Chris Lytle e Josh Thompson.

C’è qualche promotion per cui ti piacerebbe combattere un giorno?

UFC: ho sentito che hanno un pubblico pazzo e che staccano dei buoni assegni, senza contare hotel e biglietti gratis, naturalmente.

Progetti futuri,  ora ti vedremo a House of Pain,  dopo che farai?

Si, il mio prossimo impegno è una sottomissione nel Quintet di WAR a Firenze, poi vedremo. In Polonia e Rep Ceca hanno promesso di farmi del male, penso proprio che andrò a lottare in quei paesi per vedere quanto fanno sul serio.

Vuoi dire qualcosa al prossimo avversario che ti troverai davanti?

Sii vigile, io sono sempre vicino!!!!

 

Ringraziamo Greg per la grande disponibilità, anche in una breve intervista si intravede una persona con tante peculiarità e che speriamo di scoprirne maggiormente in futuro, soprattutto se i suoi risultati continueranno a spingerlo verso l’alto

DP

 

 

 

The post Greg Shestakov, un fighter fuori dagli schemi appeared first on Fighting Zone Italia.


Source: Fightzone

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *